HUNKY DORY

TO MY TWENTIES….

 

Clicca per le informazioni sull'album


CHANGES
(Bowie)
I still don’t know what I was waiting for
And my time was running wild
A million dead-end streets
Every time I thought I’d got it made
It seemed the taste
was not so sweet
So I turned myself to face me
But I’ve never caught a glimpse
Of how the others must see the faker
I’m much too fast to take that test

Ch-ch-ch-ch-Changes
(Turn and face the stranger)
Ch-ch-Changes
Don’t want to be a richer man
Ch-ch-ch-ch-Changes
(Turn and face the stranger)
Ch-ch-Changes
Just gonna have to be a different man
Time may change me
But I can’t trace time

I watch the ripples change their size
But never leave the stream
Of warm impermanence and
So the days float through my eyes
But still the days seem the same
And these children that you spit on
As they try to change their worlds
Are immune to your consultations
They’re quite aware
of what they’re going through

Ch-ch-ch-ch-Changes
(Turn and face the stranger)
Ch-ch-Changes
Don’t tell them to grow up and out of it
Ch-ch-ch-ch-Changes
(Turn and face the stranger)
Ch-ch-Changes
Where’s your shame
You’ve left us up to our necks in it
Time may change me
But you can’t trace time

Strange fascination, fascinating me
Changes are taking the pace
I’m going through

Ch-ch-ch-ch-Changes
(Turn and face the stranger)
Ch-ch-Changes
Oh, look out you rock ‘n rollers
Ch-ch-ch-ch-Changes
(Turn and face the stranger)
Ch-ch-Changes
Pretty soon you’re gonna get
a little older
Time may change me
But I can’t trace time
I said that time may change me
But I can’t trace time

MUTAMENTI
(Bowie)Non so ancora cosa stavo aspettando
E il mio tempo passava irruente
Un milione di vicoli ciechi
Ogni volta che pensavo di avercela fatta
Sembrava che il sapore
non fosse così dolce
mi sono voltato per guardarmi
ma non ho colto il minimo accenno
di come gli altri vedono uno che finge
sono troppo veloce per quella prova

M-m-m-m-mutamenti 1
(Girati e affronta lo straniero)
M-m-mutamenti
Non voglio essere più ricco
M-m-m-m-mutamenti
(Girati e affronta lo straniero)
M-m-mutamenti
Devo solo cambiare identità
Il tempo può cambiarmi
Ma io non posso inseguire il tempo.

Guardo i vortici che cambiano forma
Senza lasciare mai la corrente
Di calda precarietà e
Così i giorni scorrono attraverso i miei occhi
Ma sembrano sempre uguali
E questi bambini su cui sputi
Mentre cercano di cambiare il loro mondo
Sono immuni ai tuoi consigli
Sanno bene quello
a cui andranno incontro

M-m-m-m-mutamenti
(Girati e affronta lo straniero)
M-m-mutamenti
Non dire loro di crescere e di piantarla
M-m-m-m-mutamenti
(Girati e affronta lo straniero)
M-m-m-m-mutamenti
Dov’è la tua vergogna
Ci hai lasciati dentro fino al collo
Il tempo mi può cambiare
Ma tu non puoi inseguire il tempo.

Strano fascino che mi affascina
I mutamenti seguono
il mio ritmo

M-m-m-m-mutamenti
(Girati e affronta lo straniero)
M-m-mutamenti
Guardate fuori voi che ballate il Rock’n’Roll
M-m-m-m-mutamenti
(Girati e affronta lo straniero)
M-m-mutamenti
Molto presto sarai
un po’ più vecchio
Il tempo può cambiarmi
Ma non riesco a inseguire il tempo
Ho detto che il tempo può cambiarmi
Ma non riesco a inseguire il tempo


Note
1 Il balbettattare di “Ch-ch-ch-changes” era una tecnica diffusa al tempo, probabilmente ispirata agli Who in “My Generation”. Si è detto poi che il balbettìo era un problema comune tra i mods degli anni sessanta, dovuto a effetti collaterali di alcune delle droghe che usavano.


OH! YOU PRETTY THINGS
(Bowie)

Wake up you sleepy head
Put on some clothes,
shake up your bed
Put another log on the fire for me
I’ve made some breakfast and coffee
Look out my window and what do I see
A crack in the sky
and a hand reaching down to me
All the nightmares came today
And it looks as though they’re
here to stay
What are we coming to
No room for me,
no fun for you
I think about a world to come
Where the books were found
by the Golden ones
Written in pain, written in awe
By a puzzled man who questioned
What we were here for
All the strangers came today
And it looks as though
they’re here to stay

CHORUS:
Oh You Pretty Things
Don’t you know you’re driving your
Mamas and Papas insane
Oh You Pretty Things
Don’t you know you’re driving your
Mamas and Papas insane
Let me make it plain
(second time: Let me say it again)
You gotta make way
for the Homo Superior

Look at your children
See their faces in golden rays
Don’t kid yourself they belong to you
They’re the start of a coming race
The earth is a bitch
We’ve finished our news
Homo Sapiens have outgrown their use
All the strangers came today
And it looks as though they’re here to stay

CHORUS

OH! VOI BELLE COSE
(Bowie)

Svegliati piccola testa addormentata
Mettiti qualcosa addosso,
tira su il letto
Metti un altro ceppo nel fuoco per me
Ho preparato un po’ di colazione e il caffè
Guardo fuori dalla finestra e cosa vedo
Uno squarcio nel cielo
e una mano che viene giù verso me
Tutti gli incubi sono arrivati oggi
E sembra quasi che siano
qui per rimanerci.
A che punto siamo
Non c e spazio per me,
né divertimento per te
Penso a un mondo che verrà
Dove i libri vengono trovati
da quelli Preziosi
Scritti nella sofferenza, scritti nel timore
Da un uomo tormentato che si è chiesto
Perché esistiamo
Tutti gli stranieri vengono oggi
E sembra quasi che siano
qui per rimanerci

RITORNELLO:
Oh Voi Belle Cose
Non sapete che state facendo impazzire
le vostre mamme e i vostri papà
Oh Voi Belle Cose
Non sapete che state portando
le vostre mamme e i vostri papà alla pazzia
Fatemi essere più chiaro
(la seconda volta: fatemelo dire di nuovo)
Dovete trovare la strada
per l’Homo Superior

Date un’occhiata ai vostri figli
Guardate i loro visi raggianti
Non illudetevi che appartengano a voi
Sono l’inizio di una nuova razza
La Terra è una puttana
Non abbiamo più novità
L’Homo Sapiens ha smesso di utilizzarle
Tutti gli stranieri sono venuti oggi
E sembra quasi che siano qui per rimanerci

RITORNELLO

 


EIGHT LINE POEM
(Bowie)

The tactful cactus by your window
Surveys the prairie of your room
The mobile spins to its collision
Clara puts her head between her paws
They’ve opened shops down West side
Will all the cacti find a home
But the key to the city
Is in the sun that pins
the branches to the sky

POESIA DI OTTO RIGHE 2 
(Bowie)

Il cactus discreto vicino alla tua finestra
Sorveglia le praterie della tua stanza
Lo scacciaguai 3 si attorciglia su sé stesso
Clara mette la testa tra le zampe
Hanno aperto dei negozi nel West Side
I cacti riusciranno a trovare una casa?
Ma la chiave della città
È nel sole che inchioda
i rami al cielo


Note
2 Bowie canta ironicamente questo brano con uno spiccato accento “Yankee”. Essendo nato a Londra, cantava solitamente con un forte accento Cockney, opponendosi alla moda dell’ epoca dei suoi colleghi che si sforzavano di cantare imitando l’accento americano.
           3 “mobile” è quella struttura ornamentale di origine orientale che si appende davanti all’uscio e che, muovendosi con l’aria, provoca un tintinnìo.

 


LIFE ON MARS
(Bowie)

It’s a god-awful small affair
To the girl with the mousy hair
But her mummy is yelling “No”
And her daddy has told her to go
But her friend is nowhere to be seen
Now she walks
through her sunken dream
To the seat with the clearest view
And she’s hooked to the silver screen
But the film is a saddening bore
For she’s lived it
ten times or more
She could spit in the eyes of fools
As they ask her to focus on

CHORUS
Sailors fighting in the dance hall
Oh man!
Look at those cavemen go
It’s the freakiest show
Take a look at the Lawman
Beating up the wrong guy
Oh man! Wonder if he’ll ever know
He’s in the best selling show
Is there life on Mars?

It’s on Amerika’s tortured brow
That Mickey Mouse
has grown up a cow
Now the workers
have struck for fame
‘Cause Lennon’s on sale again
See the mice in their million hordes
From Ibeza to the Norfolk Broads
Rule Britannia is out of bounds
To my mother, my dog, and clowns
But the film is a saddening bore
‘Cause I wrote it
ten times or more
It’s about to be writ again
As I ask you to focus on

CHORUS
Dring-dring-dring……
(Mind the phone)

VITA SU MARTE 4
(Bowie)

È una piccola storia maledetta
Per la ragazza con i capelli da topo
Ma sua madre sta gridando “No”
E suo padre le ha detto di andarsene
Ma il suo amico non si è fatto vivo
Ora cammina
nel suo sogno sommerso
Verso il posto con la visuale migliore
Ed è rapita dallo schermo d’argento
Ma il film è di una noia mortale
Perché lei lo ha vissuto
dieci volte, o forse più
Potrebbe sputare negli occhi degli sciocchi
Quando le chiedono di mettere a fuoco

RITORNELLO
Marinai che lottano nella sala da ballo
Accidenti!
guarda quei cavernicoli che vanno
È la trasmissione più bizzarra
Da’ un’occhiata all’Avvocato
Che dà addosso all’uomo sbagliato.
Accidenti, mi chiedo se saprà mai
Che è nello spettacolo di punta
C’è vita su Marte?

E’ sulla fronte torturata dell’America
Che Topolino
è diventato una mucca
Ora i lavoratori
hanno scioperato per la fama
Perché Lennon è di nuovo in vendita 5
Guardate i topi nelle loro milioni di orde
Da Ibiza alle Norfolk Broads 6
“Rule Britannia” è stato messo al bando 7
Per mia madre, il mio cane e i clown
Ma il film è di una noia mortale
Perché l’ho già scritto
dieci volte, o forse più
Sta per essere scritto di nuovo
Perché ti chiedo di metterlo a fuoco

RITORNELLO
Dring-dring-dring……
(Il telefono)


Note
4 “Life On Mars” è il titolo di una trasmissione televisiva inglese molto popolare degli anni ’60.
5 Cantando Bowie pronuncia “Lennon” come se fosse “Lenin”.
6 “Norfolk Broads” zona di ruscelli e laghetti dell’ Inghilterra Orientale.
7  Rule Britannia è un poema scritto da James Thomson (1700-48) e musicato da Thomas Augustine Arne, intorno al 1740, e costituisce una sorta di inno nazionale “ufficioso”.

 


KOOKS
(Bowie)

CHORUS (x2)
Will you stay in our Lovers’ Story
If you stay you won’t be sorry
‘Cause we believe in you
Soon you’ll grow so take a chance
With a couple of Kooks
Hung up on romancing

We bought a lot of things
to keep you warm and dry
And a funny old crib on which the paint won’t dry
I bought you a pair of shoes
A trumpet you can blow
And a book of rules
On what to say to people
when they pick on you
‘Cause if you stay with us you’re gonna be pretty Kookie too

CHORUS

And if you ever have to go to school
Remember how they messed up
this old fool
Don’t pick fights with the bullies
or the cads
‘Cause I’m not much cop at punching other people’s Dads
And if the homework brings you down
Then we’ll throw it on the fire
And take the car downtown

CHORUS (repeat ad inf.)

SVITATI 8
(Bowie)

RITORNELLO (x2)
Vuoi stare nella nostra storia di amanti
Se ci stai non te ne pentirai
Perché crediamo in te
Presto crescerai, così afferra l’opportunità
Con una coppia di svitati
Con la testa sempre fra le nuvole

Abbiamo comperato un sacco di cose
per tenerti caldo e asciutto
Una vecchia culla buffa sulla quale la vernice non seccherà mai
Ti ho comperato un paio di scarpe
Una tromba che puoi suonare
Ed un libro di regole
Su quello che bisogna dire alla gente
quando ti criticano
Perché se stai con noi diventerai anche tu un po’ svitato.

RITORNELLO

E se dovrai mai andare a scuola
Ricorda cosa hanno combinato
a questo vecchio scemo 9
Non attaccar briga con i prepotenti
e i mascalzoni
Perché non sono molto portato per fare a pugni con i papà degli altri
E se i compiti a casa ti deprimono,
Li butteremo nel fuoco
E prenderemo la macchina per andare in città

RITORNELLO (ripeti all’ inf.)


Note
8 Dedicato al figlio, appena nato, Zowie.
9 Forse Bowie si riferisce all’ episodio in cui il suo migliore amico George Underwood, durante una lite a scuola, gli dette un pugno in un occhio, danneggiando irrimediabilmente la pupilla del suo occhio sinistro, ma dando vita ad uno degli sguardi più inquietanti del Rock!

 


QUICKSAND
(Bowie)

I’m closer to the Golden Dawn
Immersed in Crowley’s uniform
Of imagery
I’m living in a silent film
Portraying
Himmler’s sacred realm
Of dream reality
I’m frightened by the total goal
Drawing to the ragged hole
And I ain’t got the power anymore
No I ain’t got the power anymore

I’m the twisted name
on Garbo’s eyes
Living proof of
Churchill’s lies
I’m destiny
I’m torn between the light and dark
Where others see their targets
Divine symmetry
Should I kiss the viper’s fang
Or herald loud
the death of Man
I’m sinking in the quicksand
of my thought
And I ain’t got the power anymore

CHORUS
Don’t believe in yourself
Don’t deceive with belief
Knowledge comes
with death’s release

I’m not a prophet
or a stone age man
Just a mortal
with the potential of a superman
I’m living on
I’m tethered to the logic
of Homo Sapien
Can’t take my eyes
from the great salvation
Of bullshit faith
If I don’t explain what you ought to know
You can tell me all about it
On, the next Bardo
I’m sinking in the quicksand
of my thought
And I ain’t got the power anymore

CHORUS

SABBIE MOBILI
(Bowie)

Sono più vicino all’Alba Dorata 10
Immerso nell’uniforme di Crowley 11
Dell’immaginario
Sto vivendo un film muto
Che rappresenta
il sacro regno di Himmler 12
Della realtà del sogno
Sono spaventato dalla méta assoluta
Mi trascino all’orlo frastagliato del buco
E non ho più il potere
No, non ho più potere.

Sono il nome intrecciato
negli occhi della Garbo
La prova vivente
delle menzogne di Churchill 13
Sono il destino
Sono combattuto tra la luce e l’oscurità
Dove gli altri vedono i loro obiettivi
Divina simmetria
Dovrei baciare il dente della vipera
O proclamare ad alta voce
la morte dell’Uomo
Sto affondando nelle sabbie mobili
del mio pensiero
E non ho più potere.

RITORNELLO
Non credete in voi stessi
Non ingannate con la fede
La conoscenza viene
con la liberazione della morte.

Non sono un profeta
o un uomo dell’età della pietra
Solo un mortale
con la potenzialità di un superuomo
Continuo a vivere
Sono incatenato alla logica
dell’Homo Sapiens
Non riesco a distogliere gli occhi
dalla grande salvezza
Di quella stronzata della fede
Se non spiego quello che dovreste sapere
Mi potrete dire tutto quanto
Nel prossimo Bardo 14
Sto affondando nelle sabbie mobili
del mio pensiero
E non ho più il potere.

RITORNELLO


Note
: 10 
 ordine magico-religioso-scientifico dedicato agli insegnamenti di Crowley.
11 
 Aleister Crowley fu un famoso occultista inglese della prima metà del ‘900.
12 
 Himmler (1900-1945) fu capo della Gestapo.
13 
 Churchill (1874-1965) Primo Ministro Inglese durante la guerra con Hitler
14 
 nella religione Tibetana Bardo è lo stato intermedio dell’ anima dopo la morte e prima della reincarnazione.
 


FILL YOUR HEART
(Rose/Williams)

Fill your heart with love today
Don’t play the game of time
Things that happened in the past
Only happened in your Mind
Only in your Mind-Forget your Mind
And you’ll be free-yea’
The writing’s on the wall
Free-yea’. And you can know it all
If you choose. Just remember
Lovers never lose
‘Cause they are Free of thoughts unpure (sic)
And of thoughts unkind
Gentleness clears the soul
Love cleans the mind
And makes it Free.

Happiness is happening
The dragons have been bled
Gentleness is everywhere
Fear’s just in your Head
Only in your Head
Fear is in your Head
Only in your Head
So Forget your Head
And you’ll be free
The writing’s on the wall
Free-yea’. And you can know it all
If you choose. Just remember
Lovers never lose
‘Cause they are free of thoughts unpure
And of thoughts unkind
Gentleness clears the soul
Love cleans the mind
And makes it Free!!

Free-yea’. Yeah-yeah-yeah, yeah-yeah-yeah (repeat)

RIEMPI IL TUO CUORE
(Rose/Williams)

Oggi riempi il tuo cuore d’amore
Non giocare al gioco del tempo
Le cose accadute in passato
Sono successe solo nella tua Mente
Solo nella tua Mente – Dimentica la tua Mente
E sarai Libero – si
I segnali sono chiari
Libero – si. E puoi sapere tutto
Se lo vuoi. Ricorda soltanto
Gli amanti non perdono mai
Perché Liberi da pensieri impuri (sic)
E da pensieri malvagi
La gentilezza purifica l’anima
L’amore pulisce la mente
E rende Liberi.

La felicità si sta realizzando
I draghi sono stati dissanguati
Ovunque c’è gentilezza
La paura è solo nella tua Testa
Solo nella tua Testa
La paura è nella tua Testa
Solo nella tua Testa
Così dimentica la tua Testa
E sarai Libero
I segnali sono chiari
Libero – si. E puoi sapere tutto
Se lo vuoi. Ricorda soltanto
Gli amanti non perdono mai
Perché sono liberi da pensieri impuri
E da pensieri malvagi
la gentilezza purifica l’anima
L’amore pulisce la mente
E rende Liberi.

Liberi-yea. Yeah-yeah-yeah, yeah-yeah-yeah

 

 


ANDY WARHOL
(Bowie)

Like to take a cement fix
Be a standing cinema
Dress my friends up
just for show
See them as they really are
Put a peephole in my brain
Two New Pence to have a go
I’d like to be a gallery
Put you all inside my show

CHORUS
Andy Warhol looks a scream
Hang him on my wall
Andy Warhol, Silver Screen
Can’t tell them apart at all

Andy walking, Andy tired
Andy take a little snooze
Tie him up when he’s fast asleep
Send him on a pleasant cruise
When he wakes up on the sea
Be sure to think of me and you
He’ll think about paint
and he’ll think about glue
What a jolly boring thing to do

CHORUS

ANDY WARHOL 15
(Bowie)

Come farsi una pera di cemento
Essere un cinema permanente
Travestire i miei amici
solo per lo spettacolo
Vederli come sono in realtà
Metti uno spioncino nel mio cervello
Due penny per dare un’occhiata
Vorrei essere una galleria
Mettervi tutti nel mio spettacolo

RITORNELLO
Andy Warhol è uno spasso
Appendetelo al muro
Andy Warhol, Schermo d’Argento 16
Non li si può assolutamente distinguere

Andy che cammina, Andy stanco
Andy che fa un sonnellino
Legalo mentre dorme profondamente
Mandalo in crociera di piacere
Quando si sveglia sul mare
Sii certo di pensare a me e a te
Penserà a dipingere
e a incollare
Che cosa incredibilmente noiosa da fare

RITORNELLO


Note
15 
Uno dei maggiori esponenti americani del cinema underground e della Pop Art. Sembra che Warhol odiasse questa canzone.
16 
 Silver Screen è colloquialmente il Cinema.


SONG FOR BOB DYLAN
(Bowie)

Oh, hear this Robert Zimmerman
I wrote a song for you
About a strange young man
called Dylan
With a voice like sand and glue
His words of truthful vengeance
They could pin us to the floor
Brought a few more people on
And put the fear in a whole lot more

Ah, Here she comes
Here she comes
Here she comes again
The same old painted lady
From the brow of a superbrain
She’ll scratch this world to pieces
As she comes on like a friend
But a couple of songs
From your old scrapbook
Could send her home again

You gave your heart to every bedsit room
At least a picture on my wall
And you sat behind a million pair of eyes
And told them how they saw
Then we lost your train of thought
The paintings are all your own
While troubles are rising
We’d rather be scared
Together than alone

Ah, Here she comes…etc.

Now hear this Robert Zimmerman
Though I don’t suppose we’ll meet
Ask your good friend Dylan
If he’d gaze a while
down the old street
Tell him we’ve lost his poems
So they’re writing on the walls
Give us back our unity
Give us back our family
You’re every nation’s refugee
Don’t leave us with their sanity

Ah, Here she comes….etc.

CANZONE PER BOB DYLAN
(Bowie)

Ascolta questa, Robert Zimmerman 17
Ho scritto una canzone per te
Su uno strano giovane
di nome Dylan
Con una voce come sabbia e colla
Le sue parole di vera vendetta
Avrebbero potuto inchiodarci al pavimento
Ha trascinato un po’ più di gente
Ne ha spaventati molti di più.

Ah, eccola che viene
Eccola che viene
Viene di nuovo
La stessa vecchia signora dipinta
Dalla mente di un supercervello
Farà a pezzi questo mondo
Presentandosi da amica
Ma un paio di canzoni
Dal tuo vecchio album
Potrebbero rimandarla a casa.

Hai dato il tuo cuore a ogni stanza con letto
Almeno un’immagine sulla mia parete
Sedevi dietro a un milione di occhi
E gli raccontavi come vedevano
Poi perdemmo il treno dei tuoi pensieri
I quadri sono tutti tuoi,
Mentre nascono problemi
Preferiremmo spaventarci
Insieme piuttosto che soli.

Ah, eccola che viene, ecc…

Ora ascolta Robert Zimmermann
Sebbene io non creda che ci incontreremo
Chiedi al tuo caro amico Dylan
Se rimarrebbe a fissare un po’
la vecchia strada
Digli che abbiamo perso le sue poesie
Così ora le scrivono sui muri
Ridacci la nostra unità
Ridacci la nostra famiglia
Sei il profugo di tutte le nazioni
Non lasciarci con la loro saggezza.

Eccola che viene.., ecc.


Note
17 Il vero nome di Bob Dylan.


QUEEN BITCH
(Bowie)

I’m up on the eleventh floor
And I’m watching the cruisers below
My heart’s in the basement
My weekend’s
at an all time low
He’s down on the street
And he’s trying hard
to pull sister Flo

‘Cause she’s hoping to score
So I can’t see her
letting him go
Walk out of her heart
Walk out of her mind

CHORUS
She’s so swishy in her satin and tat
In her frock coat
and bipperty-bopperty hat
Oh God, I could do better than that

She’s an old-time ambassador
Of sweet talking, night walking games
And she’s known in the darkest clubs
For pushing ahead of the dames
If she says she can do it
Then she can do it,
she don’t make false claims
But she’s a Queen,
and such are queens
That your laughter
is sucked in their brains
Now she’s leading him on
And she’ll lay him right down
But it could have been me
Yes, it could have been me
Why didn’t I say,
why didn’t I say, no, no, no

CHORUS

So I lay down a while
And I look at my hotel wall
Oh the cot is so cold
It don’t feel like no bed at all
Yeah I lay down a while
And I look at my hotel wall
But he’s down on the street
So I throw both his bags down the hall
And I’m phoning a cab
‘Cause my stomach feels small
There’s a taste in my mouth
And it’s no taste at all

It could have been me
Oh yeah, it could have been me
Why didn’t I say,
Why didn’t I say, no, no, no

CHORUS

CHECCA PUTTANA 18
(Bowie)

Sono su all’undicesimo piano
Che guardo lo struscio di sotto
Il mio cuore è in cantina
Il mio fine settimana
è una depressione totale
Lui è giù nella strada
E cerca faticosamente
di rimorchiare Sorella Flo

Perché lei cerca di farselo
Non posso immaginare
che se lo lasci scappare
Fuori dal suo cuore
Fuori dalla sua mente.

RITORNELLO
E’ così attraente nel suo satin coi fronzoli
Con la sua redingote
e il cappello fru-fru
Dio, io potrei fare di meglio.

E’ un’ambasciatrice d’altri tempi
Dal linguaggio squisito, rimorchi notturni
Ed è conosciuta nei club più malfamati
Per come si sa fare strada tra le dame
Se dice che può farlo
Allora può farlo,
non si dà tante arie
Perché è una Checca,
e le checche sono così
La vostra ilarità
è risucchiata nel loro cervello
Ora è lei che lo tiene in pugno
E lo stenderà ben bene
Ma avrei potuto essere io
Sì, avrei potuto essere io
Perché non l’ho detto,
perché non l’ho detto, no, no, no.

RITORNELLO

Così me ne sono stato disteso per un po’
E ho fissato il muro dell’albergo
La branda è così fredda
Che non sembra neanche un letto.
Oh, me ne sono stato disteso un po’
E ho fissato il muro dell’albergo
Ma lui è giù in strada
Così ho sbattuto le sue valigie giù nella hall
E telefonerò a un taxi
Perché ho una morsa allo stomaco
C’ è un sapore nella mia bocca
E non è affatto un sapore

Avrei potuto essere io
Sì, avrei potuto essere io
Perché non l’ho detto,
perché non l’ho detto, no, no, no.

RITORNELLO


Note
18 Queen, letteralmente regina, si usa spesso in slang con il significato di “checca”. La canzone è dedicata a Lou Reed. Sulle note di copertina Bowie scrive accanto a Queen Bitch “Some VU white light returned with thanks” (VU white light restituita con ringraziamenti) in riferimento all’ influenza dei Velvet Underground e del loro brano White Light White Heat.

 


THE BEWLAY BROTHERS
(Bowie)

And so the story goes
they wore the clothes
They said the things
to make it seem improbable
The whale of a lie
like they hope it was
And the Goodmen of Tomorrow
Had their feet in the wallow
And their heads of Brawn
were nicer shorn
And how they bought their positions with saccharin and trust
And the world was asleep
to our latent fuss
Sighing, the swirl through the streets
Like the crust of the sun
The Bewlay Brothers
In our Wings that Bark
Flashing teeth of Brass
Standing tall in the dark
Oh, And we were Gone
Hanging out with your Dwarf Men
We were so turned on
By your lack of conclusions

I was Stone and he was Wax
So he could scream,
and still relax, unbelievable
And we frightened the small children away
And our talk was old
and dust would flow
Thru our veins and Lo!
it was midnight
Back o’ the kitchen door
Like the grim face
on the Cathedral floor
And the solid book we wrote
Cannot be found today

And it was Stalking time
for the Moonboys
The Bewlay Brothers
With our backs on the arch
In the Devil-may-be-here
But He can’t sing about that
Oh, And we were Gone
Real Cool Traders
We were so Turned On
You thought we were Fakers

Now the dress is hung,
the ticket pawned
The Factor Max that proved the fact
Is melted down
And woven on the edging of my pillow
Now my Brother lays upon the Rocks
He could be dead, He could be not
He could be You
He’s Camelian, Comedian, Corinthian and Caricature
“Shooting-up Pie-in-the-Sky”
The Bewlay Brothers
In the feeble and the Bad
The Bewlay Brothers
In the Blessed and Cold
In the Crutch-hungry Dark
Was where we flayed our Mark
Oh, and we were Gone
Kings of Oblivion
We were so Turned On
In the Mind-Warp Pavilion

Lay me place and bake me Pie
I’m starving for me Gravy
Leave my shoes, and door unlocked
I might just slip away
Just for the Day, Hey!
Please come Away, Hey! (repeat ad inf.)

I FRATELLI BEWLAY 19
(Bowie)

E così è la storia
loro indossarono i vestiti
Dissero le cose
per farlo sembrare improbabile
Una bugia enorme
come loro speravano che fosse
E i buoni Uomini del Domani
Stavano nel fango
E le loro teste di Muscoli
erano più belle rasate
E come comperarono i loro posti con saccarina e fiducia
Il mondo era addormentato
al nostro trambusto nascosto
Singhiozzando, il vortice nelle strade
Come la crosta del sole
I Fratelli Bewlay
Nelle nostre Ali che Sbattono
Facendo splendere i denti di Ottone
Stavano Alti nel buio
Oh, ce n’eravamo Andati
Passando il tempo con il vostro Nanerottolo
Eravamo così eccitati
Dalla vostra mancanza di conclusioni

Io ero Pietra e lui era Cera
Così poteva gridare,
e nonostante ciò rilassarsi, incredibile
E spaventammo i bambini
Ed il nostro parlare era vecchio
e la polvere sarebbe sgorgata
Dalle nostre vene e Guarda!
era mezzanotte
Dietro sulla porta della cucina
Come la faccia arcigna
sul pavimento della Cattedrale
E il solido libro che abbiamo scritto
Non si può trovare oggi

Era il tempo della Faccia Tosta
per i Ragazzi della Luna
I Fratelli Bewlay
Con le nostre schiene sull’arco
Dentro il-Diavolo-può-essere-qui
Ma non può cantare questo
Oh, ce n’eravamo Andati
Veri Bravi Mercanti
Eravamo così Eccitati
Avete pensato che fossimo degli Imbroglioni

Ora il vestito è appeso,
il biglietto impegnato
L’Agente Max che ha provato il fatto
Si è sciolto
E cucito sull’orlo del mio cuscino
Ora mio Fratello giace sulle Rocce
Potrebbe essere morto, potrebbe non esserlo,
potrebbe essere Te
E’ Camelian, Attore, Corinzio e Caricatura
“Costruendo-Castelli-in-Aria”
I Fratelli Bewlay
Nella debolezza e nel Male
I Fratelli Bewlay
Nei Tempi Benedetti e nel Freddo
Nell’Appiglio-da-affamati dell’ Oscurità
Era dove avevamo spellato il nostro Pollo
Oh, ce n’eravamo Andati
Re dell’Oblio
Eravamo così Eccitati
Nel Padiglione Distorsioni-Mentali

Fatemi posto per cuocere la mia Torta
Muoio di fame per il mio Sugo
Lasciate le mie scarpe, e la porta aperta
Potrei solo scappare
Solo per la Giornata, Ehi!
Per piacere venite Via, Ehi!


Note
19 Dedicata al fratello Terry.

“If you want to know something, go elsewhere.
If you want to un-know everything, then sit and listen.
~ Adyashanti ~

Hunky Dory…..

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Various e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...